Sulle orme del naturalista Domenico Matteucci (3)

    14 giugno 2017 Domenico Matteucci nella sua opera del 1893 “Il Monte Nerone e la sua flora” scrisse: “Arrivati in Pian di Trebbio, si può ascendere il monte per la strada detta del Ranco e di Collelungo voltando a sinistra di una piccola Cappella chiamata Maestade o per quella detta del Monte o …

Sulle orme del naturalista Domenico Matteucci (2)

Lasciato alle spalle Apecchio, dopo avere risalito il colle delle Ciocche, Matteucci si era addentrato nei boschi della Serra della Stretta e, dopo essere passato per Il Gallinaccio, era “sbucato” a Pian di Trebbio, ai piedi del Monte Nerone...

Sulle orme del naturalista Domenico Matteucci

provo a ripercorrere le vie utilizzate dal naturalista nato un secolo prima di me, sforzandomi di immaginare come era quel territorio nella seconda metà dell'Ottocento e cercando di ignorare le trasformazioni moderne ...

Rose antiche nel bosco

Ben presto le alberature nascondono il fianco del Monte Nerone ed il paese di Serravalle di Carda. Quasi tutto il percorso si snoda all'interno di una cerreta...

La Grotta del Nerone e la Balza Forata  

allora mi avevano fatto sorridere le perplessità dell'amico Agostino nell'affidarsi ad una corda per superare quel salto. Oggi mentre mi ci aggrappo non mi viene da sorridere ...

Cavalieri d'Italia: uova e pulcini

    21 maggio 2017 Ha piovuto anche questa notte e nella prima mattinata. Le uova della coppia di cavalieri d’Italia che nidifica sopra un ammasso di pietre che sporgono dall’acquitrino non si sono ancora schiuse. Assisto al cambio nella cova. E’ il maschio che sta covando; la femmina si avvicina al compagno, raccoglie col …

I pulcini di Cavaliere d'Italia

    20 maggio 2017 Ha piovuto durante la notte e questa mattina. Visito lo stagno tra uno scroscio e l’altro. Le foglie trattengono ancora gocce di pioggia. Vado a trovare la coppia di cavalieri d’Italia, osservata tre giorni fa, che ha già i pulcini. I pulcini sono sull’isolotto dove sono nati; non sono più …

La prima uscita dal nido

  17 maggio 2017 Diverse coppie di cavalieri d’Italia stanno nidificando negli specchi d’acqua dello Stagno Urbani.   Entro nel capanno che si affaccia sull’acquitrino. Sono già nati i pulcini della coppia che ha costruito il nido sull’isolotto. Inesperti, i tre pulcini camminano barcollando nell’acqua coperta dalla lanuggine dei pioppi. Quel loro incedere incerto contrasta con …

Limicoli in cova

      13 maggio 2017 Nello stagno diverse coppie di cavalieri d’Italia stanno nidificando. Anche se in cova, spiccano le loro zampe rosso corallo ed il piumaggio bianco e nero. Una garzetta scende sull’acquitrino tra le loro proteste. Si posa in un’estremità dello specchio d’acqua. Voluminose egrette adornano il suo candido mantello. Le due …

Il Pajaro del diavolo

Cerco gli anacoreti di oggi attirati da queste rocce che emergono da un mare verde. Colgo per un attimo la sagoma di un falco passare in volo accanto al pinnacolo. Più a lungo osservo il volo delle rondini montane. .. il loro cenobio è lo spazio aereo sopra il monolite...

Fenomeni carsici

Raggiungiamo la risorgiva. Quella enorme massa d'acqua schiumeggiante nasce da un piccolo specchio d'acqua ...

La mulattiera di Cerreto

La visione del monti Catria e Acuto coperti dalla neve mi accompagnano fino a Cagli. Poi l'auto risale la Valle del Bosso, da Secchiano a Pianello colorata dagli Alberi di Giuda...

La Sfinge testa di morto (2)

La luce si riflette sui suoi occhi, che sembrano tizzoni ardenti, dandogli un tocco inquietante. Come se non bastassero il disegno sul suo corpo che ricorda un teschio e quelle sinistre grida!

Il giglio d'acqua

Per molto tempo alla deriva, trasportato dalla corrente. Poi dalle onde che si sono spente risalendo il torrente ...

Con gli occhi del ragno

Al ragno non interessano le vicende degli uomini, né i nomi che essi hanno dato a monti e torrenti. E nemmeno quelle nuvole appoggiate sul monte. Sono solo gocce che appesantiscono la ragnatela ...