Qualcosa d’inaspettato

Altre volte ho sentito il suo tambureggiare o l’ho intravisto sui pioppi del Metauro, ma mai ho potuto osservarlo da vicino così a lungo...

L'effimero tepore

Dietro al capanno che scherma il vento freddo hanno trovato rifugio lucertole, libellule e (ancora per poco) quel bruco ...

A passeggio sulla battigia

E’ ormai metà mattina, quelle minuscole sagome mi hanno raggiunto; da un po' di tempo sulla battigia mi muovo tra tanta gente...

Il regolo

Non è raro imbattersi in questo batuffolo di piume; nidifica nei boschi di montagna ma durante i passi e d’inverno lo si incontra anche in pianura. Ma i regoli si vedono tra le chiome degli alberi di boschi, di giardini e in altri luoghi alberati; non in ambienti desolati come questo.

Ai margini del Bosco di Tecchie

Il sentiero passa dentro alla cerreta. Le foglie degli alberi sono ancora verdi; questo caldo ottobre non ha ancora permesso all’autunno di colorare i boschi.

Il gatto alla finestra

Avevamo avuto altri gatti, ma nessuno amato come questo. Forse perché arrivato quando anche il secondo figlio lasciava casa e città ...

Le sterne

    “Agilissime in volo, le Sterne sono anche formidabili pescatrici. Dopo avere scrutato in lungo e in largo la superficie dell’acqua e individuato i pesci … si gettano a capofitto nell’acqua, immergendosi quasi completamente, e uscendo spesso col pesce nel becco. Sono diversi quindi dai lenti e impacciati Gabbiani, capaci tutt’al più di qualche …

Il culbianco

lui è restato sul suo posatoio elevato; si sente più a suo agio dove può vedere il mare sconfinato, dove lo sguardo non incontra ostacoli ...

Mondi paralleli

Nell’altro lato della spiaggia, che confina con la ferrovia, sopravvivono dei lembi di vegetazione. Piante adattate alla sabbia e all’aerosol marino, scacciate da quasi tutti gli altri litorali ...

I colori delle libellule

Altre libellule a difesa del proprio territorio; questa volta non è una pozza ma sono gli arbusti che crescono sulla sponda del lago ...

San Salvatore della Foce

11 agosto 2017 Da Fano ero partito all’alba. L’auto dovette rallentare per consentire ad uno scoiattolo di attraversare la strada in una Cagli ancora addormentata. Entro nella Valle del Burano. La vecchia strada nazionale Flaminia è deserta, il traffico è tutto nel nuovo tracciato che le passa a fianco. Superato il piccolo agglomerato di Foci, …