CHIUDI

Solo qualche istante...

Su un albero caduto in mezzo alla strada

Su un albero caduto in mezzo alla strada

(a sentirci parlare)

 

L’albero che la tempesta con un fragore di legni

ha lanciato giù davanti a noi non è per sbarrarci

il passaggio come fine del viaggio, per il nostro bene,

ma solo per chiederci chi pensiamo di essere

 

per insistere sempre così sul nostro cammino.

Le piace fermarci sui solchi della slitta

e farci affondare in un palmo di neve

a discutere come si può fare senza una scure.

 

Eppure lo sa che è vano ostacolarci:

non ci dissuaderemo dall’obiettivo finale

da raggiungere, nascosto dentro di noi,

dovessimo afferrare la terra per il polo

 

e, stufi di girare senza scopo nello stesso posto,

inseguire qualcosa nello spazio, piuttosto.

 

On a tree fallen across the road (to hear us talk). The tree the tempest with a crash of wood / Throuws down in front of us is not to bar / Our passage to our journey’s end for good, / But just to ask us who we think we are // Insisting always on our own way so. / She likes to halt us in our runner tracks, / And make us get down in a foot of snow / Debating what to do without an ax. // And yet she knows obstruction is in vain: / We will not be put off the final goal / We have it hidden in us to attain, / Not though we have to seize earth by the pole // And, tired of aimless circling in one place, / Steer straight off after something into space.

da New Hampshire (1923)

Traduzione di Marco Ferri

 

 

Iscriviti all newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti, novita' e iniziative direttamente nella tua casella di posta.

La discussione e" chiusa.