CHIUDI

Solo qualche istante...

Pozze primaverili

 

Queste pozze d’acqua, con tutto il cielo

riflesso dentro, anche nelle foreste, limpido,

che gelano e tremano, come i fiori vicini,

come i fiori vicini tra poco scompariranno,

e sebbene non provengano da un rivo o un fiume

su dalle radici allevano un ombroso fogliame.

 

Gli alberi che lo tengono chiuso nelle loro gemme

diventeranno boschi estivi, con le loro ombre naturali –

ci pensino due volte prima di usare la loro forza

per prosciugare e bere e far svanire

queste acque ornate di fiori e i fiori d’acqua

da nevi che si sono sciolte soltanto ieri.

 

 

These pools that, though in forest, still reflect

The total sky almost withoutdefect,

And like the flowers beside them, chill and shiver,

Will like the flowers beside them soon be gone,

And yet not out by any brook or river,

But up by roots to bring dark foliage on.

 

The trees that have it in their pent-up buds

To darken nature and be summer woods –

Let them think twice before they use their powers

To blot out and drink and sweep away

These flowery waters and these watery flowers

From snow that melted only yesterday.

 

[da West-running brook, 1928]

Traduzione di Marco Ferri.

Quello che mi ha colpito in questa bella poesia è il doppiofondo, cioè questo amore verso la natura che racchiude un brivido di terrore per il tempo che passa, che inesorabilmente passerà.

Fotografie di Virgilio Dionisi

Iscriviti all newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti, novita' e iniziative direttamente nella tua casella di posta.

La discussione e" chiusa.