CHIUDI

Solo qualche istante...

Cantabile, una poesia di Eugenio De Signoribus

Cantabile

 

 

L’andante d’una musica s’espande

nella chiusa Cappella e mi rinviene

 

scioglie il cordame ansioso

che sciama oltre le vene…

 

il buio è cieco alle finestrelle

ma l’accoglie l’accento lucernoso

 

e va nell’universo mio di nomi

mie sole stazioni, mie stelle

 

 

 

[Schumann, Quartetto con pianoforte, op. 47, III: Andante cantabile]

29 ottobre- 12 novembre 2017

 

(per un augurio)

 

 

[fotografie di Virgilio Dionisi]

Iscriviti all newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti, novita' e iniziative direttamente nella tua casella di posta.

Lascia un commento